Il grande futuro

catozzella_grande_futuro_615x340Il grande futuro” di Giuseppe Catozzella è un libro che non somiglia a nulla di quello che ho letto sino ad ora. È un romanzo scritto come leggenda, come una fiaba, ma ha la potenza che soltanto le storie vere possiedono.

Racconta di Amal, un bambino nato e cresciuto in un villaggio africano. Amal conosce gli orrori della guerra, li vive sulla sua pelle, ma anche dentro il suo corpo, perché quando era piccolo una mina gli ha strappato il cuore. Così, lui esiste grazie a un cuore che non è suo.

Passa il tempo e la guerra, una ad una, porta via le persone cui è più legato; rimasto solo, trova conforto nella preghiera, nell’Islam. È sempre più difficile per lui resistere all'apparente offerta di giustizia della guerra santa, quindi cede alla tentazione e diventa uomo con il corano in una mano e il fucile nell’altra.

È pronto al martirio. Ma ben presto comprende che la sofferenza si è già presa fin troppo e la giustizia che cerca, non può essere la distruzione del nemico. No, la luce di cui ha bisogno è tutta nel suo stesso nome, Amal, che significa speranza. La speranza di un grande futuro, quella di affrancare la propria vita da un destino che sembra già scritto. E la consapevolezza, finalmente, che la felicità è un diritto di tutti.

Ispirato alla storia vera di un ex guerriero fondamentalista, questo romanzo cerca e racconta l'umanità che ci fa tutti uguali: noi e il nostro "nemico". È questo il potere immenso della letteratura: rendere comprensibile la complessità del mondo in cui viviamo.

Acquista su IBS

Catozzella_il_grande_futuro_300x340_2

Leggi le recensioni di libri precedenti.

TAG: 5 Commenti