KALASHNIKOV E ICONOGRAFIA DELL’ISIS

Il 2015 in un oggetto: il Kalashnikov.

L'arma che ha causato più morti, lo strumento che è diventato non solo un mezzo per uccidere, ma soprattutto un simbolo per incutere paura. Parto da quest'arma micidiale per raccontare la grande paura collettiva del 2015: l'Isis.

L'auto-narrazione dell'Isis è al centro di un'analisi che passa dalle immagini e che parla un linguaggio oscuro, ma allo stesso tempo a noi ben familiare.

Ne parlo a "Imagine" su Deejay Tv.
Visto 0 volte
<iframe class="rs-video-embed" src="http://www.robertosaviano.com/embed/embedRSVideo.php?post_id=10376" width="615" height="346" frameborder="0" scrolling="no"></iframe>
TAG: Nessun commento